Altrenotizie - Fatti e notizie senza dominio

Dom
22 Ottobre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Brutti e cattivi

Brutti e cattivi

di Sara Michelucci

Con Brutti e cattivi Cosimo Gomez affronta il tema dell'emarginazione sociale attraverso lo strumento della commedia, strizzando l'occhio al famoso Brutti, sporchi e cattivi di Ettore Scola, con un magnifico Nino Manfredi. Anche in questo caso è nel degrado e nel grottesco che il regista pesca per raccontare la storia di quattro personaggi che non sanno fare molto e che, senza speranza, si improvvisano rapinatori. Mutilati e messi all'angolo da una società che li disprezza e non vuole averci nulla a che fare, tenteranno il colpo per cambiare la loro condizione di vita.

Il Papero (Claudio Santamaria) non ha le gambe, Ballerina (Sara Serraiocco), che è sua moglie, è senza braccia, Il Merda (Marco D'Amore) è un rasta tossico e Plissé (Simoncino Martucci) un nano rapper dal carattere piuttosto impetuoso.

Ovviamente gli ostacoli fisici non rendono le cose facili e anzi danno un tocco di comicità amara al tutto, mettendo in atto una serie di avvenimenti che renderanno ancora più improbabile la realizzazione del sogno di questa sgangherata banda di pseudo criminali. Una volta realizzato il colpo, ogni componente tenta di tenersi il malloppo, dando vita a inseguimenti e vendette pur di poter sopravvivere.

Un film che fa sorridere, ma che allo stesso tempo lascia l'amaro in bocca e mette lo spettatore di fronte a una realtà che scorre quasi parallela a quella fatta di benessere e opulenza. Qualcosa che ci ostiniamo a non voler vedere, ma che è molto più vicina di quanto possiamo immaginare.

Brutti e cattivi (Italia 2017)
REGIA: Cosimo Gomez
SCENEGGIATURA: Cosimo Gomez, Luca Infascelli
FOTOGRAFIA: Vittorio Omodei Zorini
MONTAGGIO: Mauro Bonanni
MUSICHE: Paolo Vivaldi
PRODUZIONE: Casanova Multimedia, Panache Productions, Mille et Une Productions

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

la corruzione che spazza l'Italia

la corruzione che spazza l'Italia

di Tania Careddu

Richieste di denaro, favori o regali in cambio di servizi hanno coinvolto quasi l’8 per cento delle famiglie italiane almeno una volta nella vita, soprattutto, in concomitanza con la r...

Cent'anni di rivoluzioni, e adesso basta

Cent'anni di rivoluzioni, e adesso basta

di Vincenzo Maddaloni

C'è una realtà che per molti versi sconcerta: non esiste più la lotta di classe. Non consideratela una conquista, è semplicemente un fatto, poiché i poveri ci sono ancora e i ricc...

Iraq, la fine del sogno curdo ?

Iraq, la fine del sogno curdo ?

di Michele Paris

I piani indipendentisti del Kurdistan iracheno sembrano essersi sciolti letteralmente in poche ore dopo che le forze governative di Baghdad, con l’appoggio di milizie sciite più o meno...

Malta, la corruzione uccide

Malta, la corruzione uccide

di Mario Lombardo

L’assassinio con un’autobomba nella giornata di lunedì della giornalista/blogger indipendente maltese Daphne Caruana Galizia ha riportato drammaticamente all’attenzione dell’opinione ...

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Edicola internazionale

Internazionale.it
I link ai giornali di tutto il mondo

Le ragioni del no alla TAV

Notav

 

 

 

 


Appello per un ripensamento del progetto di nuova linea ferroviaria Torino – Lione, Progetto Prioritario TEN-T N° 6, sulla base di evidenze economiche, ambientali e sociali.

Leggi tutto

Cuba

Il terrorismo
contro Cuba
a cura di:
Fabrizio Casari
Sommario articoli

Questo sito è ottimizzato per
 
Firefox

Syndicate

feed-image Feed Entries