USA-UE, la sfida dei nazionalismi

di Michele Paris

La cerimonia e gli eventi di contorno tenuti in Francia per la celebrazione dei 100 anni dalla conclusione della Prima Guerra Mondiale, hanno finito per fare emergere ancora una volta le profonde divisioni che stanno caratterizzando i rapporti tra le grandi potenze del pianeta, così come il rapido manifestarsi di condizioni di crisi che ricordano in buona parte proprio quelle che portarono...
> Leggi tutto...

IMAGE
IMAGE

M5S e stampa, la girandola del fango

di redazione

Con la tempesta di insulti che il Movimento 5 Stelle ha fatto piovere sulla stampa italiana dopo l’assoluzione della sindaca di Roma, Virginia Raggi, siamo passati dall’era della macchina del fango a quella della girandola del fango. Una volta a spalare letame erano principalmente i gruppi editoriali, che pur di screditare gli...
> Leggi tutto...

di Sara Michelucci

Non delude mai, Paolo Poli. Nonostante i suoi 84 anni - portati tra l’altro in maniera invidiabile - l’attore toscano regala con Aquiloni uno spaccato dell’Italia rurale del primo Novecento, colorandola di musiche, balli e costumi. Trasformista e abile conoscitore del palcoscenico, Poli trae libera ispirazione dal lavoro di Giovanni Pascoli, regalando uno spettacolo divertente e a tratti anche malinconico, di un’Italia che fu. Accanto a Paolo Poli quattro attori di valore, Fabrizio Casagrande, Daniele Corsetti, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco.

Le scene sono curate da Emanuele Luzzati, i costumi sono di Santuzza Calì, le musiche di Jacqueline Perrotin e le coreografie di Claudia Lawrence. Poli canta, balla e recita. Si rivela un attore a tuttotondo, riuscendo a dare movimento e raffinatezza a quello che porta in scena, senza dimenticare quel pizzico di sagacità che da sempre lo contraddistingue.

Il suo non è un semplice omaggio a Pascoli, ma una rivisitazione di opere come Myricae e Poemetti in cui si gioca con le onomatopee, i versi degli animali, dando alla voce e ai suoni un posto di primo piano.

Poli sperimenta all’ennesima potenza il plurilinguismo pascoliano, si traveste per il poeta italiano, evocando la magia della memoria e di un’Italia passata che custodiva in sé una purezza in gran parte andata perduta.

Poli regala al Secci di Terni, due ore di poesia e divertimento, togliendo a Pascoli quella coltre un po’ polverosa di poeta che si studia solo sui banchi di scuola, per donargli un vigore del tutto nuovo.

La leggerezza del fanciullino - che ben si rappresenta nella corporatura leggera e sottile di Poli, ma piena di energia - viene fuori e accarezza gli spettatori che rivivono passaggi fondamentali della loro storia passata, ma con un fervore del tutto nuovo.

L’attore fiorentino strizza l’occhio anche all’avanspettacolo, con vestiti pomposi e parrucche vaporose e stacchetti musicali, utilizzando intelligenza, ma anche un pizzico di irriverenza. Due ore che lasciano il sorriso sulle labbra e la voglia di ricordare i tempi che furono.

Pin It

Vuoi collaborare?

Inviaci i tuoi dati e ti contatteremo.

Cerca

Notti magiche

di Sara Michelucci

Nuova commedia amara per Paolo Virzì, tinta questa volta di giallo. Notti magiche, ricordando il ritornello della canzone Un'estate italiana firmata da Edoardo Bennato e Gianna Nannini per Italia '90, racconta la notte in cui la Nazionale viene eliminata ai rigori dall’Argentina e un noto produttore cinematografico viene...
> Leggi tutto...

IMAGE

Altrenotizie su Facebook

altrenotizie su facebook

 

Il terrorismo
contro Cuba
a cura di:
Fabrizio Casari
Sommario articoli

 


Altrenotizie.org - testata giornalistica registrata presso il Tribunale civile di Roma. Autorizzazione n.476 del 13/12/2006.
Direttore responsabile: Fabrizio Casari - f.casari@altrenotizie.org
Web Master Alessandro Iacuelli
Progetto e realizzazione testata Sergio Carravetta - chef@lagrille.net
Progetto grafico Studio EDP
Tutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l'autore e la fonte.