Altrenotizie.org ha cambiato veste grafica. Con dieci anni di vita sulle spalle, il vecchio sito era ormai incompatibile tecnicamente con la velocità necessaria e la sua rigidità strutturale impediva di trovare soluzioni. Abbiamo quindi deciso di cambiare per recuperare dinamicità ed agilità.

 

 La nuova veste grafica, peraltro, è suscettibile di ulteriori modificazioni che valuteremo a breve. Proveremo a renderla assolutamente funzionale a ciò che riusciamo a produrre e non solo all'aspetto estetico, pure di straordinaria importanza anche in un prodotto editoriale.

 

Molti di voi ci conoscono da anni e altri ancora, speriamo, ci conosceranno in quelli a venire. Lavoriamo a questo sito gratuitamente, non abbiamo pubblicità e non offriamo spazi per articoli a pagamento. Siamo gli stessi che, da anni  ormai, hanno deciso di svolgere la loro militanza civile e politica utilizzando la tastiera, ed abbiamo individuato nel progetto di Altrenotizie.org lo spazio giusto per contenere le passioni che ci animano. Un gruppetto di irriducibili della dignità che mi onora dirigere.

 

Mai come adesso un sito come questo ci è sembrato irrinunciabile. Sono tempi difficili, dove le idee di uguaglianza e giustizia, di libertà e responsabilità, fanno fatica a camminare. Gambe stanche e difficoltà di innovare hanno reso i valori migliori parole incomprensibili e a volte inafferrabili, come fossero inabili alla sintonia con un Paese che appare ogni giorno ostile ad aprirsi e impegnato a chiudersi.

 

Ci hanno tolto i diritti sociali per darci quello di insultare: l’analfabetismo funzionale cresce e aumentano gli odiatori del web a tempo indefinito. La Rete, che doveva rappresentare il luogo della massima libertà d’espressione, è diventata la piazza di spaccio dell’odio; invece che l’informazione dal basso arriva l’istinto più basso. Alcune parole come accoglienza, solidarietà ed eguaglianza sono divenute impronunciabili. Gli impresentabili, invece, sono diventati eleggibili.

 

La Sinistra, ovvero la nobiltà ideale della scienza politica, dove il Noi prevale sull’Io e il giusto sull’ingiusto, è divenuta parola clandestina. Siamo sul macerato palcoscenico italiano che offre i riflettori al becero e all’intollerante, tace sulle lotte e amplifica le risse, sdogana il letame e lo ospita nei salotti televisivi. In quest’Italia governata dal mainstream, che lascia in pace i primi e dichiara guerra agli ultimi, ci sentiamo inadeguati ma non domi e imputiamo il silenzio e l’acquiescenza di alto tradimento.

 

Abbiamo tutta l’intenzione di continuare a stare dalla parte giusta e vorremmo farlo insieme a voi che ci leggete. Perché la parola utopia, nonostante i tempi, mantiene un valore assoluto che i sogni migliori sono soliti ospitare. E i sogni, si sa, vanno condivisi.

Pin It

Altrenotizie.org - testata giornalistica registrata presso il Tribunale civile di Roma. Autorizzazione n.476 del 13/12/2006.
Direttore responsabile: Fabrizio Casari - f.casari@altrenotizie.org
Web Master Alessandro Iacuelli
Progetto e realizzazione testata Sergio Carravetta - chef@lagrille.net
Progetto grafico Studio EDP
Tutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l'autore e la fonte.