Il cinema torna ad omaggiare l'arte pittorica e uno dei suoi più illustri rappresentanti: Leonardo Da Vinci. Il 13, 14, 15 gennaio arriva sul grande schermo Leonardo. Le opere, docufilm che mostra la produzione pittorica del genio del Rinascimento. Le opere includeranno, tra le altre, La Gioconda, L’Ultima cena, La Dama con l’ermellino, Ginevra de ‘Benci, La Madonna Litta, La Vergine delle Rocce. L’obiettivo è quello di ripercorrere, attraverso il prisma della sua pittura, anche la vita di Leonardo (1452-1519): l'inventiva, le capacità scultoree, la lungimiranza nell’ambito dell’ingegneria militare e la capacità di districarsi nelle vicende politiche del tempo.  Il regista Phil Grabsky ha viaggiato in otto paesi per riprendere tutte le opere pittoriche attribuite a Leonardo.

Il film è stato girato infatti in Russia, Germania, Francia, Italia, Stati Uniti, Inghilterra, Scozia, Polonia e ha come fine quello di esaminare in modo profondo la pittura del Maestro, grazie agli interventi di alcuni dei principali curatori e critici d’arte del mondo.

Tra i vari interventi del docu-film, anche quelli di Luke Syson, direttore del Fitzwilliam Museum di Cambridge; Martin Kemp, professore emerito al Trinity College di Oxford; Larry Keith, Head of Conservation and Keeper della National Gallery di Londra; Mikhail Piotrovsky, direttore del Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo; Andrzej Betlej, direttore Museo Nazionale, Cracovia; Tim Marlow, storico dell’arte e direttore artistico della Royal Academy of Arts di Londra.

 

Leonardo. Le opere (Gran Bretagna 2019)

Regia: Phil Grabsky

distributore: Nexo Digital

Pin It

Cerca


Altrenotizie.org - testata giornalistica registrata presso il Tribunale civile di Roma. Autorizzazione n.476 del 13/12/2006.
Direttore responsabile: Fabrizio Casari - f.casari@altrenotizie.org
Web Master Alessandro Iacuelli
Progetto e realizzazione testata Sergio Carravetta - chef@lagrille.net
Progetto grafico Studio EDP
Tutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l'autore e la fonte.