Sembrava una normale festa di compleanno, ma mentre i bambini giocano in soggiorno, i genitori iniziano a capire che nessuno di loro si conosce davvero. Genitori quasi perfetti, pellicola firmata da Laura Chiossone, mette a nudo uno dei ruoli più complessi e difficili che ci possano essere, quello a punto di madre e padre e lo fa in modo diretto e, a tratti atroce, svelando tante personalità e mentalità a volte molto divergenti tra loro.

Un film molto attuale, che pesca nelle nuove generazioni di genitori, divisi tra lavoro, scuola ed educazione dei propri pargoli.

Simona Riva è la mamma di Filippo. Suo figlio deve festeggiare l'ottavo compleanno e per questo evento occorre organizzare la festa con gli amichetti della scuola. Mamma single dai mille dubbi, si dedica con tutta se stessa a questa importante impresa, che vede protagonisti non solo una schiera di vivaci bambini, ma anche i loro rispettivi genitori. Ognuno di loro rappresenta una tipologia ben precisa di genitori: la coppia politicamente corretta che possiede la verità in tasca; il papà disoccupato che si mette allo stesso livello del figlio; l'estetista procace che talvolta si sente stretta nel suo ruolo materno; l'uomo d'affari separato che non ha tempo per la famiglia e la mamma arcobaleno.

Insomma una varietà di umanità racchiusa tra quattro mura che dovrà confrontarsi e scontrarsi su diverse questioni.

Un film interessante dal punto di vista sociologico, nonostante alcune pecche nella sceneggiatura e nella costruzione dei personaggi.

 

Genitori quasi perfetti (Italia 2019)

Regista: Laura Chiossone

Cast: Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Lucia Mascino, Marina Rocco

Distribuzione: Adler Entertainment

Pin It

Cerca


Altrenotizie.org - testata giornalistica registrata presso il Tribunale civile di Roma. Autorizzazione n.476 del 13/12/2006.
Direttore responsabile: Fabrizio Casari - f.casari@altrenotizie.org
Web Master Alessandro Iacuelli
Progetto e realizzazione testata Sergio Carravetta - chef@lagrille.net
Progetto grafico Studio EDP
Tutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l'autore e la fonte.