Il genio di Paul Gauguin raccontato al cinema nel film Gauguin a Tahiti. Il paradiso perduto, in arrivo nelle sale italiane il 25, 26 e 27 marzo come nuovo appuntamento del progetto della Grande Arte al Cinema. Il racconto si svolge attraverso un viaggio alla ricerca delle origini del pittore e della sua voglia di evadere e di lasciare una società, a suo dire conformista, come quella parigina di fine novecento.

Uno spaccato di vita familiare, quello raccontato da Valeria Bruni Tedeschi, la quale firma la regia de I villeggianti. Una grande e bella proprietà in Costa Azzurra. Un posto che sembra essere fuori dal tempo e protetto dal mondo. Anna arriva con sua figlia per qualche giorno di vacanza. In mezzo alla sua famiglia, ai loro amici e al personale di servizio, Anna deve gestire la sua recente separazione e la scrittura del suo prossimo film. Dietro le risate, la rabbia, i segreti, nascono rapporti di supremazia, paure e desideri.

Un tuffo nella storia, alla scoperta del proprio passato e nel contempo del proprio presente. I Nomi del Signor Sulcic, film di Elisabetta Sgarbi, presentato all'ultimo festival del cinema di Torino, racconta la storia di una giovane ricercatrice dell’università di Ferrara, Ivana, la quale raccoglie informazioni su Sara Rojc, morta nel 1992 e depositaria di un segreto di cui ha lasciato testimonianza al vecchio custode del cimitero ebraico.

Giocarsi tutto e subito, per conquistare il potere. La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi e tratto dal terzo libro di Roberto Saviano, racconta uno spaccato triste e amaro dell'Italia del Sud. Sei quindicenni, Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O’Russ, Briatò, vogliono fare soldi, comprare vestiti firmati e motorini nuovi. Giocano con le armi e corrono in scooter alla conquista del potere nel Rione Sanità.

 

Con l'illusione di portare giustizia nel quartiere inseguono il bene attraverso il male. Sono come fratelli, non temono il carcere né la morte. Nell'incoscienza della loro età vivono in guerra e la vita criminale li porterà ad una scelta irreversibile: il sacrificio dell'amore e dell'amicizia.

L'arte pittorica approda nuovamente al cinema, in occasione dell’anniversario dei cinquecento anni dalla nascita di Tintoretto, con un docu-film firmato da Sky Arte e dedicato alla figura di un pittore straordinario, mutevole e cangiante, istintivo e appassionato. Tintoretto. Un Ribelle a Venezia ideato da Melania G. Mazzucco e narrato da Stefano Accorsi, con la partecipazione straordinaria di Peter Greenaway, fa immergere lo spettatore nella Venezia del Rinascimento, mostrando alcuni dei luoghi che più conservano la memoria dell’artista.

Cerca


Altrenotizie.org - testata giornalistica registrata presso il Tribunale civile di Roma. Autorizzazione n.476 del 13/12/2006.
Direttore responsabile: Fabrizio Casari - f.casari@altrenotizie.org
Web Master Alessandro Iacuelli
Progetto e realizzazione testata Sergio Carravetta - chef@lagrille.net
Progetto grafico Studio EDP
Tutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l'autore e la fonte.