Continua il ciclo “La Grande Arte al Cinema”, questa volta con la pellicola firmata da David Bickerstaff sull’ossessiva ricerca della perfezione di una delle personalità più amate del movimento impressionista, Edgar Degas.

 

Il docufilm mostra un mondo fatto di ballerine sinuose, interni di caffè, corse di cavalli, ritratti di famiglia, eleganti nudi femminili.

 

Il film, in programma il 28, 29 e 30 gennaio, conduce lo spettatore nelle sale del Fitzwilliam Museum di Cambridge, sede della più ampia collezione di Degas del Regno Unito, spostandosi poi a Parigi e in Italia, dove Degas trascorse gli anni della formazione e dove ebbe modo di ricongiungersi anche col nonno paterno, René Hilaire De Gas, trasferitosi a Napoli a seguito della Rivoluzione francese.

È il volto scavato e intenso di Willem Defoe a riportare sul grande schermo il genio di Vincet Van Gogh, dopo averlo visto rappresentato dal magnifico Kirk Douglas in Brama di vivere. Vincitore della Coppa Volpi per il Miglior attore alla Mostra d’arte Cinematografica di Venezia e candidato al Golden Globe, il nuovo film di Julian Schnabel, Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità, racconta gli ultimi anni della vita del pittore olandese.

 

È un moto dell'animo quello che la pellicola descrive, qualcosa di irrefrenabile e burroscascoso, che porta il pittore a dare forma alla tela, imprimendole per sempre un significato. Ventidue anni dopo Basquiat, Julian Schnabel, regista di Prima che sia notte e Lo scafandro e la farfalla, torna a parlarci della grande arte.

Un thriller tutto italiano quello portato sul grande schermo da Stefano Mordini con Il testimone invisibile. Adriano Doria (Riccardo Scamarcio), un giovane imprenditore di successo, si risveglia in una camera d’albergo chiusa dall’interno accanto al corpo senza vita della sua amante, l’affascinante fotografa Laura (Miriam Leone).

 

Viene accusato di omicidio ma si dichiara innocente. Per difendersi, incarica la penalista Virginia Ferrara (Maria Paiato), famosa per non aver mai perso una causa. L’emergere di un testimone chiave e l’imminente interrogatorio che potrebbe condannarlo definitivamente, costringe Adriano e l’avvocato Ferrara a preparare in sole tre ore la strategia della sua difesa e a cercare la prova della sua innocenza. Spalle al muro, Adriano sarà costretto a raccontare tutta la verità.

 

Il regista riesce a dosare molto bene la suspense, insinuando costantemente il dubbio nello spettatore e costruendo un'atmosfera cupa e raffinata al tempo stesso.

Bravi anche gli attori, che danno una interpretazione dei personaggi senza troppi fronzoli, ma molto efficace per la tenuta del racconto.

 

Il testimone invisibile

Regia: Stefano Mordini

Sceneggiatura: Stefano Mordini, Massimiliano Catoni

Produzione: Warner Bros. Entertainment Italia, Picomedia

Distribuzione: Warner Bros.

Fotografia: Luigi Martinucci

Montaggio: Massimo Fiocchi

Nanni Moretti sceglie di raccontare in Santiago Italia un pezzo doloroso della storia del Cile. Dal settembre 1973, dopo il colpo di stato del generale Pinochet, l’ambasciata italiana a Santiago ha ospitato centinaia e centinaia di richiedenti asilo. Attraverso interviste ai protagonisti si racconta la storia di quel periodo drammatico, durante il quale alcuni diplomatici italiani hanno reso possibile la salvezza di tante vite umane.

Un film forte e deciso, anche se con alcune sbavature, che parla di donne e parla alle donne. Ma non solo. Il Vizio della speranza, firmato da Edoardo De Angelis, mette al centro uno spaccato d'Italia che fa male e continua a far riflettere. Maria ha un cane e una vita dannata. Ripescata in mare come un rifiuto, è cresciuta marcata da un abuso sessuale che le ha scalfito il volto e privato il ventre della capacità di generare.

Cerca


Altrenotizie.org - testata giornalistica registrata presso il Tribunale civile di Roma. Autorizzazione n.476 del 13/12/2006.
Direttore responsabile: Fabrizio Casari - f.casari@altrenotizie.org
Web Master Alessandro Iacuelli
Progetto e realizzazione testata Sergio Carravetta - chef@lagrille.net
Progetto grafico Studio EDP
Tutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l'autore e la fonte.