Neymar in uscita dal PSG, Icardi fuori dall’Inter, Dybala diventato un esodato della Juventus. Pare sia un’estate di spostamenti quella degli attaccanti fino ad un anno fa ritenuti perni insostituibili delle rispettive squadre. E’ altamente probabile che la sorte di uno coinvolgerà anche gli altri, sebbene apparentemente si potrebbe ritenere che siano percorsi diversi.

Infatti, se Neymar andasse al Real Madrid, così come sembrerebbe, il PSG dovrebbe cercare un sostituto e, benché non siano perfettamente aderenti come profilo, Dybala potrebbe risultare una buona opzione per Parigi. Almeno questa è la speranza della Juventus, che dopo aver preso una sberla colossale dall’Inter con Lukaku, sogna l’uscita di Dybala in qualunque direzione tranne che a Milano sponda nerazzurra.

 

Si verificasse questa opzione, la Juve scongiurerebbe lo scambio tra Dybala e Icardi all’ultimo giro d’orologio del mercato, evitando così di fornire un asso come “La Joya” al mazzo di Conte, oltre che una uscita di Icardi dall’Inter con una pusvalenza in bilancio in grado di poter scatenare Suning alla caccia di un centrocampista di livello assoluto (i nomi che si fanno sono quelli di Rakitic, in uscita dal Barcellona, e di Milinkovic-Savic, che ormai Lotito spera di vendere e non di tenere.

 

Ma l’eventuale approdo di Dybala a Parigi comporterebbe anche conseguenze pesanti per gli Icardi’s. Se vende Icardi, la Juve può tenersi Manzukic o Higuain, non sarebbe costretta a prendere un giocatore la cui intesa con CR7 è tutta da verificare e la cui adattabilità al tiki-taka di Sarri non è garantita. A quel punto, vedendo sfumare la possibilità di andare alla Juventus (alla quale l’Inter non lo venderà mai per meno di 85 milioni) il centravanti argentino non avrebbe altre opzioni che scegliere tra Roma e Napoli. Il che non è quello che Wanda e suo marito speravano, visto che da gennaio scorso lavoravano in segreto per portare Maurito alla corte degli Agnelli.

La Roma sarebbe una piazza meno ambita, dal momento che non giocherà la Champions, però al momento avrebbe maggiori possibilità di incastro. Perché l’Inter chiede 85 milioni alla Juve, settanta al Napoli e si accontenterebbe di 60-65 dalla Roma. Perché? Perché ritiene la Roma un avversario meno pericoloso per la corsa ad un piazzamento in Champions ed una parte di quella somma potrebbe essere coperta da Dzeko, obiettivo stranoto dell’Inter. Il bosniaco più 45-50 milioni potrebbe rappresentare giusta moneta per i nerazzurri e, anche se per la Roma non si risolverebbero i problemi di costruzione del gioco, l’attacco avrebbe a disposizione tra i 5 e i 10 gol a stagione in più rispetto al passato.

 

Sponda Napoli il problema è De Laurentiis, che pensa di vendere caro e comprare in saldi. Da un mese ormai ballano James Rodriguez ed altri ma il convincimento del produttore dei cinepanettoni è che si possa sempre tirare il collo, salvo poi rimanere a bocca asciutta e vivere un campionato da eterno secondo.

La questione dei diritti d’immagine, su cui De Laurentiis ritiene di poter disporre in esclusiva è quella che blocca gli arrivi più blasonati, perché i grandi giocatori sono ormai aziende che vendono a caro prezzo la loro immagine e decidono a chi offrirla. Gli Icardi’s, in particolare, trovano qui il primo dei due ostacoli per arrivare all’ombra del Vesuvio.

Il secondo è di tipo ambientale, visto che il governatore del San Paolo, Diego Armando Maradona, disprezza pesantemente e pubblicamente Mauro Icardi, che accusa di essere tra i peggiori uomini nel mondo del calcio. E questo, va detto, non aiuterebbe l’eventuale inserimento di Maurito nell’ambiente Napoli: un periodo di scarsa forma e lo spettro di Maradona si allungherebbe sul centravanti.

Da ultimo, ma non per ultimo, la signora Wanda - che ha in Icardi un apriporte mediatico professionale ed un assegno circolare vivente, oltre che un marito - a Napoli non avrebbe televisioni disposte ad arruolarla, come invece le ha avute a Milano e, forse, avrebbe a Roma. Ma dipenderà dalla disponibilità del produttore napoletano l'approdo o no in terra vesuviana. Resta il fatto che l’arrivo di Manolas non basta per un Napoli che volesse puntare al titolo e difficilmente Ancelotti accetterebbe un altro anno a vivacchiare.

Pin It

Cerca


Altrenotizie.org - testata giornalistica registrata presso il Tribunale civile di Roma. Autorizzazione n.476 del 13/12/2006.
Direttore responsabile: Fabrizio Casari - f.casari@altrenotizie.org
Web Master Alessandro Iacuelli
Progetto e realizzazione testata Sergio Carravetta - chef@lagrille.net
Progetto grafico Studio EDP
Tutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l'autore e la fonte.